Ricette originali per stupire i vostri ospiti, ovviamente a base di tè

Queste ed altre ricette sul nostro blog


C'è qualcosa di più delizioso al mondo del pane appena fatto, ancora tiepido, e una tazza di tè dorato? 

Frank McCourt, Le ceneri di Angela, 1996

 

Vellutata di patate e porri al tè verde al gelsomino

Una crema delicata, con un aroma fresco e fiorito grazie al tè al gelsomino. Ottima per iniziare con leggerezza una cenetta romantica.

Ingredienti:

300gr patate

1 porro 

800 ml di brodo vegetale leggero

16 gr di tè verde Jasmine Long Zhu

Olio extravergine d'oliva, sale e pepe nero

Crostini per servire

Procedimento

Per prima cosa preparate il tè, mettendo in infusione le foglie nel brodo caldo per 5 minuti.

Pulite i porri e tagliateli a rondelle. Pelate le patate e tagliatele a cubetti. Mettete a rosolare i porri con dell'olio extravergine d'oliva per un paio di minuti. Aggiungete le patate e lasciate rosolare anche loro. Coprite con il tè filtrato, regolate di sale e fate cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti, o finché le patate non sono tenere. A cottura ultimata frullate fino ad ottenere una crema liscia e vellutata, se volete potete aggiungere un goccio di panna.

Servite a piacere con una quenelle di ricotta, crostini e una spolverata di pepe.


    Pane al tè rosso Lapsang Souchong

Questo pane ha un gusto davvero particolare e di grande effetto, si sposa molto bene con formaggi freschi ed erborinati .

Ingredienti

300 gr di farina di grano tenero tipo 0

200 gr di farina integrale

150 gr di pasta madre già rinfrescata (oppure un cubetto di lievito di birra)

20 gr di tè rosso Lapsang Souchong

10 gr di sale fino

300 ml di acqua

PROCEDIMENTO

Scaldate l'acqua fino a 95° e mettete in infusione il tè per circa 10 minuti, poi filtrate e lasciate intiepidire.

Setacciate le due farine su una spianatoia oppure in una planetaria, aggiungete il lievito, il tè ( se lo desiderate lasciate anche qualche fogliolina) e cominciate ad impastare. Aggiungete il sale e continuate ad impastare fino ad ottenere un composto ben amalgamato ed elastico, se necessario aggiungete ancora dell'acqua. Ci vorranno circa 10 minuti a mano e 5 con la planetaria. 

Lasciate riposare l'impasto in un luogo tiepido e coperto da un panno umido per almeno mezz'ora. Trascorso questo tempo date la forma che desiderate al vostro pane (filone, tondo, treccia...) e lasciate lievitare, sempre coperto,per circa 4/5 ore se usate il lievito madre, oppure 2 ore se usate il lievito di birra.

Infornate a 220° per 20/30 minuti a seconda del forno. Si deve formare una bella crosticina dorata!


Panna cotta al tè alla vaniglia

La panna cotta è un dolce tanto facile quanto buono. Questa è la mia versione fatta con l'agar agar ma voi potete benissimo utilizzare la vostra ricetta di base preferita.

Ingredienti per 4 persone

500ml di panna fresca

2 cucchiai di zucchero di canna

4gr di agar agar

15 gr di tè nero alla vaniglia

1 pizzico di sale

Procedimento

Scaldate la panna senza farla bollire. Spegnete il fuoco e mettete in infusione il tè per almeno 4 ore (io l'ho lasciato tutta la notte).

Filtrate il tutto con un colino fine e aggiungete lo zucchero e l'agar agar. Portate ad ebollizione. Lasciate bollire per 5 minuti continuando a mescolare con una frusta.

Mettete il composto negli stampini e lasciate riposare in frigo 4/5 ore.

Potete accompagnare la panna cotta con una salsa ai lamponi oppure servirla liscia, sarà ottima comunque!


Crema inglese al tè "Fiori di Zagara"

Questa crema è ideale in accompagnamento a torte da forno o, come ho fatto io, per dare una nuova veste all'ultimo panettone rimasto da Natale.

Ingredienti:

500ml di latte

4 tuorli

80 gr di zucchero grezzo di canna

12 gr di tè nero "Fiori di Zagara"


Procedimento:

Scaldate il latte senza farlo bollire e mettete in infusione le foglie di tè per circa un'ora. Filtrate e scaldate nuovamente.

A parte sbattete le uova con lo zucchero con una frusta senza montarle. Aggiungete lentamente il latte caldo continuando a sbattere. Portate sul fuoco e fate cuocere a fiamma molto bassa continuando a mescolare con una spatola. La crema deve arrivare a 85° senza mai superarli. Potete misurare la temperatura con un termometro oppure regolarvi con la spatola: se passandoci sopra un dito la crema non si riunisce allora è pronta!